Stampa

Disinteresse della minoranza per bilancio e piano delle opere pubbliche

Le forze politiche di maggioranza denunciano l’atteggiamento pretestuoso ed irresponsabile della minoranza che, in spregio alla città, abbandona il Consiglio Comunale nel giorno in cui si approva il Bilancio e si discute delle opere pubbliche.
 

L’ ”aventino” locale è stato anticipato dalla lettura di un documento nel quale sono stati impropriamente  accostati temi diversi, con la pretesa poco credibile di dimostrare l’indisponibilità al confronto e una presunta reticenza nel fornire risposte. Si sono messi sullo stesso piano temi già dibattuti, argomenti appena trattati nelle comunicazioni, mancati recepimenti di notizie rese disponibili.

 

Riteniamo dunque utile approfondirne alcuni.

 

Riguardo al presunto insediamento di Ikea questa amministrazione, per ora non consultata, in sinergia con le amministrazioni dei comuni confinanti è ferma nel vincolare la valutazione di una richiesta a modifiche importanti della viabilità sovra-comunale, che possano reggere un ulteriore carico di traffico.

 

Stupisce poi che si utilizzi come leva la boutade di Maroni su una presunta piscina olimpionica chiedendone conto a noi; sorge il dubbio che cerchino di ottenere risposte qui perché i loro referenti provinciali e regionali non si prendono il disturbo di rispondere su cosa stiano proponendo. Cosa possa spingere il Presidente della nostra Regione a fare uscite di questo tipo per compiacere la proprietà, togliendo autorevolezza al suo ruolo, per noi resta oltretutto un mistero insoluto, fin dal giorno dell’inaugurazione del centro commerciale. Sul tema del calcio locale poi sono arrivati a fischio finale ampiamente avvenuto (per usare una metafora calcistica), dal momento che l’attività è ripartita da tempo. Se aggiungiamo che la rettifica dei confini con Bollate, ricercata per lunghi anni da tante amministrazioni, ma portata a casa dalla amministrazione Palestra in sinergia con l’amministrazione di Bollate, ha finalmente portato l’intero centro sportivo per la prima volta sotto i confini aresini, si capisce quanto pretestuoso sia questo comunicato.

 

Colpisce ancora una volta la completa estraneità al dibattito, l’assenza totale di proposte sui temi “caldi”, la rincorsa strumentale di argomenti utili solo ai fini di notorietà sulla stampa locale, il rifiuto al confronto su qualsiasi tema che riguardi la vita dei cittadini e le scelte strategiche per la nostra città.

 

Arese al Centro, Movimento 5 stelle, Forza Italia, Arese in Testa e Lega Nord, accomunate solamente dalla pregiudiziale contrarietà ad ogni atto proposto da questa amministrazione,  ancora una volta hanno dunque preferito fare qualcosa “contro” a scopo propagandistico piuttosto che accettare il dialogo offerto dalla maggioranza.

 

Si auspica dunque che l’interesse della città torni a prevalere sulla ricerca del facile consenso, nella speranza che i cittadini possano trovare nelle istituzioni locali dei rappresentanti della minoranza più inclini, finalmente, ad interpretare la funzione di controllo per cui sono stati eletti, piuttosto che rincorrere la popolarità aleatoria su stampa e social.      

 
Partito Democratico, Forum e Arese Rinasce -Unione Italiana.
Stampa

Viabilità : comunicato del Sindaco, Michela Palestra

Contribuiamo  a informare la cittadinanza, diffondendo questo comunicato stampa del Sindaco, Michela Palestra.
 
I giorni scorsi, in occasione del primo fine settimana dopo l'apertura del centro commerciale, si sono registrati numeri oltre le aspettative, 80000 presenze giovedì e venerdì, 100000 sabato e domenica, numeri che con la contestualità del Salone del Mobile hanno messo in difficoltà la viabilità del quadrante del Nord/ovest.

Attendiamo di verificare nei prossimi weekend quale sarà il numero di visitatori a regime,
finito l'effetto novità e, nel frattempo, rimane altissima l'attenzione e lo sforzo per gestire l'afflusso di visitatori con tavoli ai massimi livelli istituzionali e a livello locale.

Nella mattinata di lunedì è stato convocato una riunione sovracomunale con i comuni di Lainate,Garbagnate Milanese e la proprietà, gestita e coordinata dal Comune di Arese, nella quale si è fatto il punto e si sono analizzate le criticità.

E' prioritario al momento attivarsi per strategie di breve periodo e individuare soluzioni immediate

A tal fine, poiché un elemento debole si è verificato essere l'accesso ai parcheggi, si sono già condivise le seguenti azioni:
• è stato concordato di aumentare significativamente le indicazioni per i parcheggi, introdurre segnali luminosi che indichino in modo rapido le disponibilità e indirizzino correttamente il flusso delle macchine limitando l'intasamento delle arterie principali
• è stata pianificata la “messa a sistema” per le strutture dei parcheggi in modo che il l'area dedicata di  pertinenza del centro commerciale sia collegata internamente a quella usata come parcheggio remoto per expo
• sono stati concordati interventi sulle rotonde per realizzare corsie dedicate di immissione ai parcheggi che velocizzino l'eventuale accodamento senza gravare sulla viabilità ordinaria.

Sottolineiamo che nonostante il forte afflusso, i numeri sono oggettivamente eccezionali, non sono mancati i parcheggi: 6000 posti nel centro commerciale, 500 messi a disposizione nel parcheggio prospiciente e 5000 con l'apertura del parcheggio remoto utilizzato per Expo, rendono sufficiente l'offerta anche in momenti particolari.
E' necessario però garantire un facile e veloce accesso.

Teniamo presente che siamo nella fase di avvio, le valutazioni complessive dovranno essere fatte con la situazione a regime.

Risulta fondamentale in questo momento esercitare sugli enti di competenza ogni forma di pressione per completare le opere infrastrutturali già previste all'interno dell'accordo come il ribaltamento del casello di Lainate per i flussi provenienti da Nord.

Per quel che riguarda il nostro territorio, punto critico si è rivelato essere Valera, sulla frazione si è verificato, oggettivamente, un carico anomalo che non siamo disposti a tollerare. Siamo pronti a intervenire con azioni concrete da mettere a sistema con gli interventi già pianificati a livello sovracomunale.
Nella giornata di venerdì si terrà un incontro con una delegazione degli abitanti di Valera, dove sarà esplicitato il nostro impegno per impedire il ripetersi di quanto avvento  lo scorso fine settimana.

E'  bene che sia noto a tutti che la dotazione di personale della polizia locale del Comune di Arese è limitata, attualmente mancano ben 5 agenti, previsti nell'organico, e che, causa vicoli sulle assunzioni, non possiamo assumere: 11 agenti effettivi, compreso il comandante, tutti mobilitati a presidio delle situazioni di maggiore criticità.
Dovendo stabilire le priorità è stato scelto di regolare i flussi di traffico, e di non sanzionare i divieti di sosta, indicazione rafforzata da un sollecito del Prefetto al presidio territoriale sulle strade in prossimità del centro commerciale.

Importanti sono i ragionamenti in corso sul potenziamento del trasporto pubblico locale che tuttavia può essere efficace solo nel momento in cui il sistema complessivamente verrà adeguato. In un situazione di congestione la presenza di altri autobus risulterebbe inefficace e non fornirebbe una reale alternativa al raggiungimento del centro commerciale in quanto i mezzi sarebbero bloccati nel traffico veicolare, analogamente alle auto, così come accaduto nel fine settimana scorso.

In merito ai futuri sviluppi dell'area, inutile negare che sono in corso contatti fra soggetti privati, contatti che in questa fase preliminare non prevedono il coinvolgimento degli enti.
Tuttavia la posizione dei comuni coinvolti è chiara e ferma nel pretendere che qualsivoglia ulteriore insediamento debba necessariamente essere supportato da un adeguata viabilità sovracomunale che possa reggere un flusso veicolare elevato.

Infine, la firma di questo accordo di programma è avvenuta prima dell'insediamento di questa amministrazione. Non intendo con ciò sottrarmi in alcun modo alle mie responsabilità, ho gestito le fasi successive alla firma e, da subito, ho instaurato un dialogo costruttivo con la proprietà.
Come in tutte le cose ci sono pro e contro, da un lato un disagio, temporaneo, dato dal traffico, dall'altro il recupero di un'area da tempo improduttiva con relativa bonifica e tante opere per la nostra città: la ristrutturazione del centro sportivo, i lavori nelle scuole, i lavori sulla viabilità e non da ultima la realizzazione della nuova biblioteca, attesa da vent'anni, che sarà un modello di funzionalità ed efficienza. Non è da tralasciare l'opportunità  occupazionale concretizzatasi con assunzioni già in essere.

Ai cittadini aresini dico: non esiterò ad adottare ogni misura necessaria atta a tutelare la città.
                                        
                                       Il Sindaco
                                    Michela Palestra
Stampa

APPROVATO IL BILANCIO 2014 DEL CIRCOLO PD

Luca Nuvoli, Segretario del Circolo: “Le nostre spese e il nostro impegno politico si svolge in totale trasparenza”
“Per il futuro la sfida è mantenere l’autonomia del Circolo”
 

Arese, 30 aprile 2015 – Il Circolo PD di Arese rende pubblico il bilancio 2014, fornendo il rendiconto delle spese sostenute nel corso dell’anno.
Il bilancio è  pubblicato sul sito (http://www.pdarese.it/home/bilanci-circolo-pd), come accade del resto abitualmente fin dalla nascita del partito.
È opportuno ricordare innanzi tutto che le attività del Circolo di Arese sono svolte in totale autonomia e non si avvalgono in alcun modo di contributi da parte del partito regionale o da altri enti.

Le entrate provengono essenzialmente da:
•    proventi da feste di autofinanziamento
•    tesseramento annuale (con una quota consistente destinata alla Federazione);
•    contributi volontari da parte di iscritti e simpatizzanti;
•    elezioni primarie.
Per quanto riguarda le uscite, i costi più rilevanti hanno riguardato:
•    iniziative politiche (propaganda, comunicazione, convegni)
•    spese di gestione del Circolo (utenze)
•    affitto del locale
•    consulenze e manutenzione.

Nel 2014 le entrate sono state pari a 7273 euro, le uscite pari a 9929 euro, con un saldo negativo dunque di 2656 euro. Il Circolo di Arese mantiene comunque una riserva di liquidità pari a 3673 euro.

“Siamo felici di mettere a disposizione dei cittadini, come ogni anno, i nostri numeri, che solo in parte rispecchiano la quantità e la qualità del lavoro svolto dal Circolo”, dichiara Luca Nuvoli, Segretario del PD di Arese. “Fare attività politica è diventato sempre più complicato, non solo per la diffidenza che i partiti suscitano oggi nell’elettorato, ma anche per la difficilissima crisi economica che abbiamo vissuto e che naturalmente non ha risparmiato una realtà volontaria come la nostra. Eppure, l’attività di un semplice Circolo come il nostro rappresenta uno dei presidi fondamentali per la vita democratica di questo Paese. È per questo che ci teniamo a sottolineare come ogni nostra attività si autosostenga grazie all’impegno volontario (anche economico), delle donne e degli uomini che dedicano una parte importante della loro esistenza alla politica. Per queste ragioni, il nostro obiettivo per il 2015, e soprattutto per gli anni a venire, sarà quello di continuare sulla strada dell’autonomia, cercando anche nuove forme di sostentamento, perché no, innovative…”, conclude Nuvoli.

Partito Democratico di Arese

Altri articoli...