Stampa

Approvato il PGT

Inserito il .

Durante la seduta del Consiglio comunale del 30 giugno, l'Amministrazione comunale ha approvato il nuovo Piano di Governo del Territorio, un obiettivo atteso da anni, visto che l'iter di approvazione avviato nel 2005 è stato più volte interrotto a causa dell'instabilità politica della nostra città.

 

Soddisfatto il Vice Sindaco con delega a Lavori pubblici - Urbanistica - Edilizia privata e pubblica - Ambiente – Viabilità, Enrico Ioli.

“Per la prima volta l'Amministrazione di Arese ha posto, nel proprio strumento urbanistico, l'obiettivo primario di azzerare il consumo di suolo. Lo abbiamo fatto in una fase che, nostro malgrado, vede il nostro territorio già ampiamente consumato e dovendoci confrontare con situazioni di vincolo stringenti.

Molte scelte di notevole impatto urbanistico, dalla approvazione dell'Area ex Alfa Romeo fino allo sviluppo a sud del canale scolmatore, se da un lato costituiscono per noi una eredità del passato, nel contempo lasciano nella gestione della loro attuazione margini operativi, che intendiamo cogliere e adeguare alla nostra idea di città, anche mediante l'attuazione del PGT”.

Il Vice Sindaco ha ringraziato il Sindaco, la Giunta e i Consiglieri comunali che, fatta eccezione per l'astensione del Movimento 5 Stelle, hanno approvato insieme il PGT. Ringraziamenti anche per i funzionari comunali che hanno predisposto in tempi record il primo strumento urbanistico di Arese a consumo zero di suolo e per i molti collaboratori dell'ente lungo questo percorso: i professionisti del Politecnico di Milano, del Parco delle Groane, del PIM, di ARPA e della Provincia di Milano.

“Per quanto riguarda il rapporto tra servizi pubblici e numero di abitanti, in base ai parametri della Regione, il PGT, fissando il dato della "popolazione obiettivo" in 20.500 abitanti, dovrebbe garantire il riferimento minimo di aree e attrezzature pubbliche e di interesse pubblico o generale da reperire, pari a 369.000 mq.

Questa quantità risulta di gran lunga inferiore alla dotazione già disponibile, essendovi allo stato attuale una dotazione di servizi pari a 761.783 mq., doppia rispetto a quanto previsto dalla legge, equivalente a 40 mq/abitante oggi residente.

Considerando anche le quote previste in termini percentuali dalle Schede degli Ambiti di Trasformazione del Documento di Piano, abbiamo indicato un rapporto di dotazione di servizi pubblici per residente pari a 60 mq/abitante” - ha chiarito Ioli.

“L'obiettivo "quantitativo" di questo PGT, relativamente alla dotazione dei servizi, è quindi ampiamente rispettato ed è in linea con gli standard di “città giardino” che contraddistingue storicamente la nostra città. La sfida sarà di rendere sempre migliore il livello "qualitativo" di questi servizi, lavorando sulla manutenzione del territorio, sull'efficientamento del patrimonio pubblico, sulle connessioni tra gli spazi verdi e i percorsi ciclopedonali, sulla qualità del costruito”.

Leggi il discorso integrale del Vice Sindaco, Enrico Ioli, nella seduta del Consiglio comunale del 30 giugno.

Per vedere la documentazione tecnica relativa all'approvazione del PGT, clicca qui.