DIMISSIONI SEGRETARIO ZINGARETTI

. in Notizie

Comunicato pubblicato via Facebook il 4 marzo 2021
Lo stillicidio non finisce. Mi vergogno che nel Pd, partito di cui sono segretario, da 20 giorni si parli solo di poltrone e primarie, quando in Italia sta esplodendo la terza ondata del Covid, c’è il problema del lavoro, degli investimenti e la necessità di ricostruire una speranza soprattutto per le nuove generazioni.
Sono stato eletto proprio due anni fa. Abbiamo salvato il Pd e ora ce l’ho messa tutta per spingere il gruppo dirigente verso una fase nuova. Ho chiesto franchezza, collaborazione e solidarietà per fare subito un congresso politico sull’Italia, le nostre idee, la nostra visione. Dovremmo discutere di come sostenere il Governo Draghi, una sfida positiva che la buona politica deve cogliere.
Zingaretti2021Non è bastato. Anzi, mi ha colpito invece il rilancio di attacchi anche di chi in questi due anni ha condiviso tutte le scelte fondamentali che abbiamo compiuto. Non ci si ascolta più e si fanno le caricature delle posizioni.
Ma il Pd non può rimanere fermo, impantanato per mesi a causa in una guerriglia quotidiana. Questo, sì, ucciderebbe il Pd.
Visto che il bersaglio sono io, per amore dell'Italia e del partito, non mi resta che fare l’ennesimo atto per sbloccare la situazione. Ora tutti dovranno assumersi le proprie responsabilità. Nelle prossime ore scriverò alla Presidente del partito per dimettermi formalmente. L’Assemblea Nazionale farà le scelte più opportune e utili.
Io ho fatto la mia parte, spero che ora il Pd torni a parlare dei problemi del Paese e a impegnarsi per risolverli. A tutte e tutti, militanti, iscritti ed elettori un immenso abbraccio e grazie.
Ciao a tutte e tutti, a presto.
Nicola

Nomina Denise Scupola

. in Notizie

PD ARESE: DENISE SCUPOLA NOMINATA ASSESSORA ALLA CULTURA, PARITÀ E PARI OPPORTUNITÀ, DIRITTI, POLITICHE GIOVANILI E LEGALITÀ

IL NUOVO ASSESSORATO VALORIZZA TEMI FONDAMENTALI PER IL PARTITO DEMOCRATICO

17 febbraio 2021 - Il Partito Democratico di Arese accoglie con grande soddisfazione l’ingresso di Denise Scupola nella squadra di giunta.

Nominata oggi dalla Sindaca di Arese Michela Palestra, Denise Scupola è la nuova assessora alla cultura, parità e pari opportunità, diritti, politiche giovanili e legalità del Comune di Arese.

Il nuovo assessorato si focalizza su alcuni dei temi cruciali per la nostra comunità; temi che il PD ritiene basilari per la costruzione di una società più aperta, giusta e solidale.

In quest’ottica, riteniamo molto importante che l’ampio e articolato ambito dei diritti venga così valorizzato all’interno della nostra amministrazione, affinché sia dato un nuovo slancio alle iniziative e ai progetti per la comunità aresina.

Il Partito Democratico di Arese ha accompagnato in queste settimane, insieme al Sindaco, il percorso di individuazione della nuova assessora, grazie anche al fondamentale contributo di tutto il gruppo consiliare.

Auguriamo dunque buon lavoro a Denise e siamo sicuri che il suo contributo in amministrazione sarà proficuo e potrà rappresentare un significativo elemento di continuità per il futuro della nostra maggioranza.

Denise Scupola

DeniseScupola 2021Classe 1990, laureata in giurisprudenza all’Università degli Studi di Milano con una tesi in diritto amministrativo, avvocata. Appassionata al tema dei diritti umani, ed in particolare dei diritti delle donne, è attivista in Amnesty International dal 2012. Da sempre impegnata nel sociale, ha svolto attività di volontariato presso varie associazioni di Milano che si occupano di integrazione e inclusione in contesti multiculturali. Consigliera comunale per il Partito Democratico dall’inizio della seconda amministrazione Palestra.

Governo Draghi

. in Notizie

IL GOVERNO DRAGHI
Argomento di grande attualità: comunicati, commenti, considerazioni si possono leggere su tutti i giornali e siti dedicati.
Noi vogliamo riportare solo una sintesi di alcune informazioni che possono aiutare il lettore a formulare e documentare le proprie opinioni.
 
GovernoDraghi 1

STABILITA' DEI GOVERNI: CONFRONTI

. in Notizie

InstabilitaGoverni
La stabilità e la durata dei nostri governi è stata da sempre un punto debole della nostra democrazia parlamentare.
In questi giorni di grande incertezza riportiamo un confronto significativo fra l'Italia e la Germania in tema di durata e numero dei dei governi dal 1989 ad oggi
Purtroppo il confronto è impietoso. Neppure il continuo cambiamento delle regole elettorali (fatto con questo obiettivo) ha portato stabilità  Eppure tutti, senza eccezioni, ritengono (almeno a parole) la stabilità dell'esecutivo un bene per il paese.
Le analisi su questo tema sono infinite ma la pratica dice che in fondo questa instabilità è entrata a far parte della nostra (inconfessata) voglia di cambiamento ed è quanto di più vicino alla voglia di cambiare ci possiamo permettere/realizzare/praticare. 
Un problema culturale? Un residuo della mancata accettazione dell'avversario nel sistema bipolare? Un ricordo antico delle tendenze antisistema tese a sovvertire le istituzioni e non a farle funzionare meglio? Una struttura parlamentare/costituzionale che rende decisamente complicato stabilire/applicare regole valide per i parlamentari eletti? Instabili per costituzione?
I pochi lettori di questo articolo possono scegliere ma forse dobbiamo mettere insieme tutte queste risposte per capire i veri motivi della distanza fra i tre governi della Germania ed i sedici dell'Italia in questi ultimi ventidue anni.