Stampa

STABILITA' DEI GOVERNI: CONFRONTI

Scritto da Roberto Benvenuti Inserito il . in Notizie

InstabilitaGoverni
La stabilità e la durata dei nostri governi è stata da sempre un punto debole della nostra democrazia parlamentare.
In questi giorni di grande incertezza riportiamo un confronto significativo fra l'Italia e la Germania in tema di durata e numero dei dei governi dal 1989 ad oggi
Purtroppo il confronto è impietoso. Neppure il continuo cambiamento delle regole elettorali (fatto con questo obiettivo) ha portato stabilità  Eppure tutti, senza eccezioni, ritengono (almeno a parole) la stabilità dell'esecutivo un bene per il paese.
Le analisi su questo tema sono infinite ma la pratica dice che in fondo questa instabilità è entrata a far parte della nostra (inconfessata) voglia di cambiamento ed è quanto di più vicino alla voglia di cambiare ci possiamo permettere/realizzare/praticare. 
Un problema culturale? Un residuo della mancata accettazione dell'avversario nel sistema bipolare? Un ricordo antico delle tendenze antisistema tese a sovvertire le istituzioni e non a farle funzionare meglio? Una struttura parlamentare/costituzionale che rende decisamente complicato stabilire/applicare regole valide per i parlamentari eletti? Instabili per costituzione?
I pochi lettori di questo articolo possono scegliere ma forse dobbiamo mettere insieme tutte queste risposte per capire i veri motivi della distanza fra i tre governi della Germania ed i sedici dell'Italia in questi ultimi ventidue anni.